ANALISI E SCRITTURA DI UN TESTO CANTATO

Di seguito alcuni brani che saranno affrontati durante il laboratorio.


Per la prima lezione si richiede l’ascolto di Margarita di Elodie


Per la seconda lezione si richiede l’ascolto di Via Con Me di Paolo Conte


GLI ASSOLI

L’assolo strumentale che può essere realizzato con qualsiasi strumento, anche con la voce. Generalmente viene eseguito sullo stesso giro armonico della strofa ed ha una durata di 8 battute o multiplo di esse. Si tratta di una parentesi virtuosistica che impreziosisce la canzone e per questo è difficile ritrovarla in brani pop che hanno come principale punto di forza la loro “radiofonicità”, fatta soprattutto di ritornelli e hook molto riconoscibili.
A seguire i link di tre brani famosi, forse il primo per voi non tanto conosciuto, dove la chitarra e la voce esprimono, con grande coinvolgimento sostenuto da una tecnica ineccepibile, le emozioni espresse dal testo stesso. E’ stato molto difficile scegliere e non ho considerato l’ambito Jazz che noi comunque non trattiamo e dove nasce proprio uno stile preciso di assolo vocale chiamato “scat”.

“Still got the blues” di Gary Moore

Maniac di Michael Sembello, tratto dalla colonna Sonora Flash Dance

The great gig in the sky Pink Floyd. Assolo vocale di Clare Torry

(la vocalist che inventò completamente la parte per interpretare il senso del brano racchiuso nelle parole iniziali ed a cui poi furono riconosciuti anche i diritti d’autore perché praticamente il brano è il suo assolo)


Temporale .… ex Margarita

Scende la pioggia su questa città, l‘acqua scivola e va
io mi sento nervoso nella mia pelle, guardo in cielo cercando le stelle.
Dentro gli occhi il ricordo di un’estate da godere , tra le mani il respiro della sabbia che fa male
E così sotto questo temporale, passeggio solo come un cane
Con il sole nella mente seguo un sogno evanescente
Sotto l’acqua persistente, lei si muove lentamente
Un ricordo che fa male sotto questo temporale
Mi appoggio al portone senza di te
Cara dimmi perché…….
I pensieri si rincorrono incessanti
Sono solo sogni ma vorrei scappare via
I ricordi corrono e si piazzano davanti
E colorano la mia monotonia
Così dentro me il sole scoppia sul serio
E ti sento ancora qui vicino a me
Fiori di paglia che profumano davvero
Il tuo calore asciuga l’acqua che c’è
Giocherà con la mia sincerità
Strappami un lamento ma
Urla forte questa nostra verità
L’estate brucia come un anno fa
Brucia e mi bagna come questa città

Musica di FABIO BARTOLO RIZZO, ELODIE DI PATRIZI
Ma, soprattutto, parole di: Erika, Francesca, Luisa e Noemi!!!!