Corso di DIREZIONE D’ORCHESTRA 

responsabile del corso: LUCIANO ACOCELLA

docenti: LUCIANO ACOCELLA e ANDREA VITELLO

Marzo – Settembre 2024

PROGRAMMA

Il corso è pensato per i musicisti desiderosi di avviarsi allo studio della direzione d’orchestra o di preparare l’ammissione ai corsi superiori dei Conservatori e/o Accademie musicali italiane e estere.
Il corso ha la durata di un anno e si articola in sei incontri di due giorni ciascuno, nel fine settimana ed è aperto a tutti, senza limiti di età, purché in possesso di una adeguata preparazione musicale di base.
L’ammissione avverrà tramite esame curricolare e colloquio conoscitivo e motivazionale direttamente con i docenti, tramite videoconferenza o chiamata.
Il corso è tenuto congiuntamente dai due docenti.

IL CORSO È RIVOLTO A

– Musicisti che intendono iniziare il percorso di studi finalizzato ad intraprendere la carriera di direttore d’orchestra
– Studenti che vogliono avvicinarsi a questa disciplina per ampliare i propri orizzonti musicali
– Studenti che desiderano preparare l’ammissione ai corsi superiori dei conservatori italiani o delle più importanti accademie italiane ed internazionali (in questo caso verranno presi in esame gli argomenti specifici da affrontare per l’ammissione presso l’istituzione prescelta e verranno studiati a fondo i brani oggetto dell’ammissione)
– Pianisti collaboratori che intendano perseguire la carriera di maestro sostituto

OPPORTUNITÀ LAVORATIVE

– Direttore d’orchestra
– Assistente alla direzione musicale
– Direttore musicale di palcoscenico
– Segretario artistico
– Archivista musicale

ARGOMENTI TRATTATI

La tecnica della direzione
– Studio della tecnica direttoriale
– Direzione di un’orchestra d’archi, di fiati, da camera e sinfonica. Direzione di un ensemble misto
– Accompagnamento di uno o più solisti. Verranno invitati musicisti e cantanti con i quali sarà possibile affrontare problemi specifici afferenti alla propria disciplina, ed all’ accompagnamento degli stessi con orchestra

Gli strumenti dell’orchestra
– Le caratteristiche degli strumenti dell’orchestra, sia dal punto di vista meccanico che fonico. Saranno invitati Professori dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino e di altre prestigiose orchestre nazionali per approfondire in pratica la materia
– Organico orchestrale e disposizione degli strumenti in orchestra secondo le formazioni più utilizzate

Competenze generali
– Comprensione e interpretazione della partitura per orchestra
– Cenni sulle principali tecniche compositive e sui principi dell’armonia e del contrappunto
– Studio delle forme musicali
– Analisi della partitura, gli allievi verranno messi in condizione di fare un’analisi musicale efficace finalizzata ad una profonda comprensione del contenuto musicale e a facilitare la memorizzazione

Le lezioni saranno teorico/pratiche con l’ausilio di pianoforte a 4 mani e di gruppi strumentali di varia grandezza a seconda del repertorio affrontato.
Il corso non è finalizzato alla realizzazione di video di presentazione né alla esecuzione dei brani in repertorio, bensì al loro studio approfondito: anche le sessioni con gli strumentisti sono da intendersi in tal senso. Il fine ultimo del corso è mettere gli allievi in condizione di affrontare professionalmente una produzione musicale (prove e concerti).

ARTICOLAZIONE DEL CORSO

6 (sei) incontri di 2 (due) giorni da marzo a settembre nel fine settimana. Il calendario esatto verrà definito prima dell’inizio del corso. Eventuali variazioni di date verranno comunicate in tempo utile perché gli allievi possano organizzarsi.
Gli incontri saranno organizzati come segue:
Primo giorno
10:00 – 11:00 tecnica direttoriale
11:00 – 13:00 analisi
13:00 – 14:00 – pausa pranzo
14:00 – 15:00 tecnica
15:00 – 18:30 studio della partitura

Secondo giorno

10:00 – 13:00 direzione con pianoforte e/o insieme strumentale
13:00 – 14:00 – pausa pranzo
14:00 – 18:00 direzione con pianoforte e/o insieme strumentale

NB Gli orari sono suscettibili di modifica in base alle esigenze didattiche

AMMISSIONE

L’ammissione avviene mezzo chiamata/videochiamata tramite un colloquio motivazionale direttamente con uno o entrambi i docenti. Si tratta di una conversazione volta a comprendere le aspettative dell’aspirante allievo/a e analizzare il tipo di lavoro necessario per raggiungere gli obbiettivi prefissati.

SEDE DEL CORSO

Scuola di Musica Artes, viale Marconi 36/d, 59100 Prato.
La sede è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici dall’Aeroporto di Firenze, dalla Stazione Ferroviaria di Firenze Santa Maria Novella, dalla Stazione Ferroviaria di Prato e comodamente raggiungibile in auto (Uscita al casello autostradale Prato Est) con ampio parcheggio.

VITTO E ALLOGGIO

Vitto e alloggio sono a carico dei partecipati. Per gli allievi che desiderano pernottare a Prato sono disponibili alloggi a partire da €30 a notte. L’organizzazione è a disposizione per aiutare gli allievi nella ricerca di un alloggio adeguato e per organizzare i trasferimenti.

ATTESTATI

Alla fine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione.
La Scuola di Musica Artes è la più grande scuola di musica interamente privata della Provincia di Prato e una delle maggiori della Toscana, tra le poche che tengono corsi riconosciuti dal MIM, Ministero dell’Istruzione italiano. Gli attestati rilasciati non hanno il valore di un Diploma Accademico rilasciato da un’Università o da un Conservatorio di Musica ma sono riconosciuti dalle principali istituzioni come titoli di merito.

DOCENTI

LUCIANO ACOCELLA – Già Direttore Musicale dell’Opéra de Rouen Normandie Dal 2011 al 2014, è titolare della cattedra di Direzione d’Orchestra presso il Conservatorio G.B. Martini di Bologna, docente di direzione d’orchestra presso l’Accademia Chigiana di Siena e docente alla Scuola dell’Opera Italiana presso il Teatro Comunale di Bologna.

Premiato al Mitropoulos Conducting Competition e al Prokofiev Conducting Competition nel 1996, diventa assistente di Daniele Gatti e inizia poi una carriera internazionale dirigendo in Europa (Italia, Germania, Francia, Spagna, Belgio, Grecia, Polonia, Ungheria, Danimarca e Russia), Stati Uniti e Asia (Giappone, Corea e Cina).

Ha diretto in teatri quali Teatro Comunale di Bologna, La Fenice di Venezia, Teatro Lirico di Cagliari, Filarmonico di Verona, the Tokio National Opera, Théatre des Champs Elysèe, Opéra Grand Avignon, Opéra de Marseille, Opéra de Toulouse, Opéra de Rennes, Opéra de Rouen, Opéra de Nancy, the Bolshoi Theatre in Moscow, Opéra Royal de Wallonie, Deutsches Opern Dusseldorf, Opera di Budapest e altri.

Nel corso della sua attività, si è diviso tra il repertorio lirico e quello sinfonico, quest’ultimo lo ha visto presente, in diverse istituzioni sinfoniche, tra le quali si ricordano: l’Orchestre National de France, l’Orchestra dell’Accademia di S. Cecilia, l’Orchestre Philharmonique de Montecarlo, l’Orchestre Phil de Montpellier, St Petersburg Philharmonic Orchestra, the Moscow Phil. Orchestra, the Danish Radio Symphony Orchestra, the Tokyo Philharmonic, the Seul Philharmonic, the Taipei Symphony Orchestra, l’Orquestra Sinfonica de Galicia, the Festival Orchestra of Miami, the Thessaloniky State Symphony Orchestra.
In Italia la Filarmonica Toscanini, l’ORT, l’Orchestra di Padova e del Veneto, l’Orchestra Sinfonica Siciliana, la Sinfonica Abruzzese, la Sinfonica di Bari.

Presente in numerosi festival, quali: Le Flanerie Musical, Festival de musique sacrée de Marseille, Rossini in Wildbad, Festival di Martina Franca, Amiata Piano Festival, Normandie Impressioniste, Festival de l’Opera – La Coruna

Tra le sue registrazioni ricordiamo I Capuleti e i Montecchi nella versione del 1830-31 del Teatro alla Scala: Adelaide di Borgogna, Demetrio e Polibio di Rossini; Romilda e Costanza di Meyerber; Le Philtre di Auber; un album pucciniano con Melanie Diener e l’Orchestra Filarmonica di Praga.
È di prossima uscita un CD/DVD di Adina di Rossini.

Collabora stabilmente con France 3 TV, conducendo un concerto con grandi nomi della lirica al Theatre Antique de Orange, che ormai da 13 anni viene trasmesso in diretta televisiva.

Luciano Acocella unisce un’intensa attività direttoriale alla propria vocazione come didatta ed è oggi uno dei docenti di direzione d’orchestra più ricercati a livello internazionale, insegna presso l’Accademia Chigiana di Siena, il Conservatorio G.B. Martini di Bologna e la Scuola dell’Opera Italiana del Teatro Comunale di Bologna.

ANDREA VITELLO – Ottiene una reputazione internazionale grazie al suo CD con I Solisti della Scala edito da Warner Classics, acclamato dalla critica con parole quali: “colpisce per l’autorevolezza esecutiva” (Enrico Girardi, il Corriere della Sera), “raggiunge i più alti standard di intonazione e insieme” e “meravigliosamente lirico e dettagliato” (Remy Franck, Pizzicato), “Pungente e rifinita concertazione” (Angelo Foletto, La Repubblica).

Dopo una fortunata tournée italiana dell’Orchestra Sinfonica MAV di Budapest che ha toccato sale quali il Teatro Petruzzelli di Bari e la Sala Verdi di Milano, viene invitato dall’Orchestra Filarmonica di Nizza, l’ERT Orchestra Nazionale della Radio Televisione Greca, dalla Filarmonica di Sofia e dall’Opera di Plovdiv.

Negli Stati Uniti ha diretto l’Histoire du Soldat presso la Carnegie Hall di New York in una fortunata produzione con la voce recitante di John Palladino e ha diretto la prima esecuzione newyorkese di “The Bronze Age” di Tristan Murail.

In Russia dirige la Filarmonica di Khabarovsk, “I solisti russi” e l’Orchestra del Ministero della Difesa che dirige a Mosca, Khabarovsk, Ekaterinburg e Perm.
Incide per Warner Classics, Tactus, Continuo Records e Amadeus.

Viene sovente invitato come membro della giuria di concorsi per direttori d’orchestra quali Antal Dorati Competition, European Union Conducting Competition, Almaty International Competition for Conductors, Concorso Internazionale Giancarlo Facchinetti per direttori di musica contemporanea.

È stato titolare della cattedra di Esercitazioni Orchestrali presso il Conservatorio Tito Schipa di Lecce e di Teoria, Ritmica e Percezione Musicale presso il Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia. Insegna attualmente presso il Conservatorio Francesco Venezze di Rovigo.

COSTI

– quota di iscrizione alla scuola di musica: € 25,00

– quota di partecipazione al corso: €1.200,00

– costo totale: €1.225,00

Il pagamento deve avvenire al momento dell’iscrizione e può essere effettuato mezzo bonifico bancario intestato a Scuola di musica Artes, banca BCC Alta Toscana
IBAN: IT34 B089 2221 5030 0000 0819 999

ISCRIZIONE

COMPILA IL MODULO PER EFFETTUARE L’ISCRIZIONE

    avendo presa visione dello Statuto e dei Regolamenti dell'associazione DICHIARA di accettarli integralmente e incondizionatamente e di fare quanto sia nelle sue possibilità e capacità per il raggiungimento dei fini istituzionali dell’associazione (dallo Statuto, art.2: L'associazione, apolitica e aconfessionale, ha per scopo quello di promuovere ed incentivare la cultura musicale attraverso l’organizzazione di concerti, corsi, conferenze, pubblicazioni); chiedere di iscrivere sé stesso o il proprio figlio al CORSO DI DIREZIONE D'ORCHESTRA 2024.